Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for aprile 2014

senryu di Luigi

ombre danzanti

disegnano ricordi

sul mio tatami

*****

senryu di Luigi Zamproni

Annunci

Read Full Post »

tanka di Luigi

image004

 

vento d’aprile

mille fiori d’acacia –

socchiudo gli occhi

 

sono ancora bambino

me ne riempio la bocca

 

***

tanka di Luigi Zamproni

immagine dal web

 

 

Read Full Post »

carlo

si sopravvive
come fiori di loto
guardando in alto

– Haiku di Carlo Galli

euffffffff

nubi e petali
si fondono nell’acqua –
unico abbraccio

Haiku di Eufemia Griffo

flavia

alba di vento –
cielo e petali a terra
tutto è rosa

Haiku di Flavia Rolli

never

riposa amore
l’inganno della luna
non è una bugia

Haiku di (never-more)

fabrifoto personale di Lella Bottinelli, scattata in Giapppone

ombrelli chiusi –
petalo dopo petalo
piovono glicini

Haiku di Fabrizio Corselli

GRAZIE ALLA PAGINE THE CLOUDS OF TOKYO

Read Full Post »

albero-di-pasqua

 

appendo auguri

all’albero di Pasqua –  (*)

vola farfalla

***

haiku  augurale di Flavia e Francesca

immagine dal web

 

(*) L’albero di Pasqua è una tradizione squisitamente nordica che affonda probabilmente le radici nella notte dei tempi. E’ facile infatti constatare come i simboli dell’albero, dei fiori e dell’uovo siano quelli che da sempre rappresentano la rinascita, la vita che si perpetua nel ciclo delle stagioni, il risveglio dell’energia assopita del mondo. 
Ovvio quindi che la simbologia cristiana si sia sovrapposta a questi emblemi naturalistici per rappresentare la resurrezione, il ritorno alla vita, l’eternità dello spirito vitale che si rinnova dopo ogni inverno dell’anima. Al di là di queste origini l’albero di Pasqua moderno deve forse la sua fortuna al signor Volker Kraft, abitante nella cittadina tedesca di Saafeld.  Era un bambino nel 1945, la guerra appena finita e lui sognava di decorare gli alberi del giardino di casa con tante uova colorate nell’attesa della festa di Pasqua.Ci riuscì nel 1965, per la felicità dei suoi figli. Decorò i due giovani alberelli che vedeva dalla finestra del salotto, con diciotto uova; ogni anno, d’allora, l’Eierbaum -l’albero delle uova- è diventato una tradizione che ha coinvolto figli, nipoti e amici. Le uova sono vere, svuotate e tutte decorate in modi diversi: dipinte, a collage, rivestite con pizzi a uncinetto, traforate, con strass e perline e molte, molte altre varianti. Vengono ben legate in modo da reggere ogni tipo di tempo, neve, pioggia, vento. Passata la Pasqua, con la stessa cura le uova vengono riposte per l’anno successivo, quelle danneggiate verranno sostituite ed altre se ne aggiungeranno. L’albero di Saafeld ha incrementato sempre più il numero di uova decorate che lo addobbano arrivando a contarne quasi 10.000!

Read Full Post »

panchina_viola1

 

Poesia di Flavia Rolli

scritta  ispirandosi alle 5 parole guidate

del Multiblog  La Nostra Commedia:

pesco (albero), tramonto, mani, viale, panchina

***

sulla panchina

petali ormai sfioriti

memoria del passato

 

lo stesso viale

le nostre mani unite

sotto quel vecchio pesco

 

dopo il tramonto

restano solo i sogni

li accarezza il ricordo

immagine dal web

Read Full Post »

haiku di Flavia

 

 petali-del-fiore-di-ciliegia-che-turbinano-nel-vento-5940597

alba di vento –

cielo e petali a terra

tutto è rosa  (*)

***

haiku di Flavia Rolli 

immagine dal web – dreamstime

(*) il terzo ku, secondo il conteggio metrico che abitualmente utilizzo, è imperfetto: solo 4 sillabe. Avrei potuto invertire la sequenza delle parole scrivendo è tutto rosa, ma   ho preferito  l’imperfezione metrica.

Read Full Post »

haiku di Francesca

lucciole-sotto-la-luna

 

ballano un tango

le lucciole e la luna –

un solo incontro

***

haiku di Francesca Casagrande

immagine dal web

Read Full Post »

Older Posts »