Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Tanabata Matsuri 2013’ Category

images (1)

vano tanzaku

dondola tristemente –

stelle distratte

 

***

 

haiku di Flavia Rolli ©

 

Immagine dal web

 

 

Annunci

Read Full Post »

bambini tanabata

 

 

benigne stelle

sorridano ai miei figli –

raggi d’argento

 

***

 

haiku di Flavia Rolli ©

dedicato con amore a Francesca ed Alessandro, 

i miei figli,  nella ricorrenza del Tanabata 

 

Immagine dal web

 

 

Read Full Post »

tanabata

 

 

un giorno solo
l’incontro di due cuori
fiaba di luglio

***

Haiku di Flavia Rolli  ©

Immagine dal web

Read Full Post »

七夕 tanabata

chiedo alle stelle

un cuore traboccante

di nuova gioia

***

Francesca Casagrande 

Haiku del primo giorno del Tanabata, che regalo con affetto alla mia mamma insieme all’augurio che contiene. 

Read Full Post »

tanabata stelle

 

nel tanabata

tra grappoli di stelle

pendono i desideri

***

katauta di Francesca Casagrande ©

Immagine dal web

Read Full Post »

800px-Tanabata_Festival_in_Edo_(Hiroshige,_1852)

 

 

sospira al vento

l’eco di un desiderio –

è tanabata*

***

haiku di Flavia Rolli ©

Immagine dal web: 

Tanabata Festival in Edo (Hiroshige, 1852)

*  Ogni anno, il 7 luglio, il Giappone celebra una festa speciale dal nome  Tanabata Matsuri o festa delle stelle innamorate.  In questo giorno, le persone scrivono  i loro desideri rivolti alle stelle, sotto forma di poesia o preghiere su strisce di carta colorata chiamati tanzaku; questa carta tradizionale giapponese a volte è circondata da un bordo dorato. Dopo averli scritti, i giapponesi  appendono i  loro tanzaku sui rami di bambù e ad essere attratti da  questa usanza sono soprattutto  i più giovani, i quali domandano alle stelle, fortuna nell’amore e nei tempi più recenti, nello studio. I  rami di bambù  sono impreziositi anche da  origami (orizuru),  da bandierine luminose, decorazioni e stelle filanti al punto che il tutto diventa così colorato e festoso, da ricordare un albero di Natale in versione estiva.
La festa di Tanabata è legata ad una leggenda  popolare tragica giapponese di  oltre duemila anni,  ed essa  deriva dall’equivalente festival cinese di  Qīx.  Secondo la storia, i due innamorati Hikoboshi e Orihime (rappresentanti la stella Altair e la stella Vega) vengono separati dalla Via Lattea  (Ama no gawa in giappponese)  potendosi incontrare solo il settimo giorno del settimo mese lunare del calendario lunisolare.
Fin dall’epoca feudale Tanabata fu  festeggiata  ed in combinazione con i tradizionali costumi locali, divenne  un evento ufficiale alla corte imperiale. 
Oggi giorno la gente comune ha cominciato ben presto a celebrare questo evento  con  modi caratteristici a seconda delle regioni (per es. in alcune si festeggia il 7 agosto).  Nel mese di luglio, molte città celebrano Tanabata e  i giapponesi si riversano nelle strade illuminate delle luci dei zen-washi (tipiche lampade di carta) e arricchite da diverse decorazioni simboliche, indossando il tradizionale yukata  (indumento estivo tradizionale giapponese). Indubbiamente è un evento da non perdere.

*

Articolo di Eufemia Griffo apparso sul Segnalibro di Occhi di Argo

Read Full Post »