Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Video’ Category

Dal multiblog Memorie di una Geisha, di Eufemia Griffo,  il film 

“Masquerade, edizione 2014”

 

Ad esso  anche un contributo in versi di Flavia.

Cliccate sull’immagine o sul link sotto la foto e buona visione!

https://www.youtube.com/watch?v=fNksQcR1VNI&feature=youtu.be

masqueradecoll

 

 

Read Full Post »

Dal Multiblog Memorie di una Geisha condivido il video “Parliamo d’amore”, al quale ho contribuito  io stessa con  una breve poesia in metrica giapponese.

Cliccate sull’immagine o sul link sotto la foto e buona visione!  

Flavia

immagini su desk1

https://www.youtube.com/watch?v=LZP8pgp1mT4&feature=youtu.be

Read Full Post »

“>

 

cantano i rami

mentre scende la sera –

sereno divenire

***

Flavia

(video girato nel mio giardino)

Read Full Post »

Da Memorie di Una Geisha, il video con cui Lucia Griffo ha riunito gli haiku narrativi scritti a più mani per la raccolta “Aspettando Inverno e Natale 2012”. Anche noi vi abbiamo contribuito con due nostri haiku. Punto di partenza: la bellissima foto di un bambino che sorride.
Per ascoltare la musica del video, fermare la colonna sonora del blog nella barra a destra.

Read Full Post »

Cari amici,   desideriamo condividere con tutti voi le meravigliose  emozioni che abbiamo vissuto sabato sera nell’assistere a questo bellissimo spettacolo teatrale all’aperto.

 Chi di voi è su FB può saperne di più, vedere le foto  e seguire le attività del Comteatro da qua
 
Il teatro ha anche un sito:
 
Per tutti, pubblichiamo l’epilogo di questo “viaggio” meraviglioso  nel Paese dei Pinocchi. E’ stato letto dopo che gli attori di tutti i 12 spettacoli  messi in scena avevano sfilato fra il pubblico, nel suggestivo scenario del parco  Giorgella (sede del teatro, a Corsico) con le fiaccole in mano, nel buio notturno di sabato scorso. Una grande, grandissima emozione difficile da descrivere
Flavia e Francesca

PINOCCHIO SULLA LUNA

TURCHINA: Pinocchio! Pinocchio? Ma dove sei… Pinocchio! Ma dove sei stato? Da dove arrivi?
PINOCCHIO: Eccomi, bambina turchina… eccomi qui.
TURCHINA: Pinocchio, ma sei tutto sporco di bianco… cos’hai addosso? Gesso? Farina? Borotalco?
PINOCCHIO: Niente di tutto questo, bambina turchina… arrivo dalla Luna! E ho addosso tanta polvere di Luna… vedi? Profuma…
TURCHINA: Pinocchio sulla Luna… questa non si era mai sentita prima.
PINOCCHIO: Sulla Luna, turchina mia… ero a cavallo di un cerbiatto volante di ritorno dal Paese dei Balocchi, quando a un certo punto siam saltati su una nuvola e… oplà!
TURCHINA: Non ti credo.
PINOCCHIO: E non è finita qui! Appena arrivato sulla Luna sai chi ho incontrato? Il grillo parlante che era diventato un grillo cantante, e cantava parole sconosciute per far piangere le libellule… sì, perché devi sapere che sulla Luna ci sono libellule grandi come aquiloni, bellissime e colorate come cento arcobaleni.
TURCHINA: Anche questa mi sa tanto di…
PINOCCHIO: E sai cos’è la cosa più incredibile? Che sulla Luna c’erano la mia mamma e il mio papà. Erano burattini anche loro, ma mica di legno. Erano come angeli di stoffa, tutti vestiti di bianco, e mi regalavano carezze a destra e a manca. E se anche facevo qualcosa di sbagliato, mica venivo punito. E se anche dicevo che preferivo il giocare allo studiare, non venivo rimproverato. E se anche dicevo che la minestra mi dava fastidio e preferivo il gelato al pistacchio e al cioccolato… non venivo sgridato, ma amato. Amato, capisci?
TURCHINA: Ora basta Pinocchio, questa è di sicuro è una bugia!
PINOCCHIO: No, no Turchina, no. Guarda il mio naso. E’ tranquillo al posto suo, e dentro le narici porta ancora i profumi della Luna.
TURCHINA: E allora dimostramelo.
PINOCCHIO: Non ce n’è bisogno. I sogni non si dimostrano, e tantomeno le magie. I sogni si disegnano, si dipingono, e hanno i colori come quelli della Luna…
TURCHINA: Bianca, vero?
PINOCCHIO: Ma no. La Luna è color argento… è viola come le viole, e rossa come le fragole…
TURCHINA: Pinocchio!
PINOCCHIO: E verde come le rane, azzurra come il cielo d’estate e gialla come i limoni… e tutti questi colori insieme danno il bianco. Il bianco della Luna, sì. E lascia sulla pelle quella polvere che è solo dei sogni… come quando ti svegli al mattino con gli occhi ancora incantati dalla notte, e le stelle…
TURCHINA: Cosa c’entrano adesso le stelle?
PINOCCHIO: E le stelle, dalla Luna, fatina mia, si assaggiano come caramelle al gusto di… al gusto di…
TURCHINA: Allora? Non sai inventarne più?
PINOCCHIO: Ma no, turchina… il gusto di ogni stella lo decidi tu.
TURCHINA: Adesso basta, bambino. E’ ora di far nanna.
PINOCCHIO: E va bene.
TURCHINA: Buona notte.
PINOCCHIO: Buona notte… fatina! Questa notte dove andrò? Posso andare a visitare Saturno?
TURCHINA: Se trovi un cerbiatto volante, perché no…
PINOCCHIO: Vado su saturno, faccio un giro con l’ombrello… e da lì ti porto un anello. Tutto per te. Mi vuoi bene?
TURCHINA: Ma che domanda è questa?
PINOCCHIO: L’unica domanda che conta. Mi vuoi bene? Mi vuoi bene? Mi vuoi bene?
TURCHINA: Ti voglio bene, Pinocchio. 

Read Full Post »

Video realizzato da Eufemia Griffo

e pubblicato per la prima volta nel 2011

sul suo Multiblog “Memorie di una Geisha”.

Ad esso abbiamo concorso anche noi

con i nostri post scritti per rendere omaggio

al Giappone, dopo il terremoto che lo aveva colpito.

 

 

Read Full Post »